vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Colleretto Giacosa appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Biblioteca Civica "Umberto Cattani"

Nome Descrizione
Indirizzo Via Giuseppe Giacosa 23 - 1 piano edificio municipale Colleretto Giacosa
Orari Martedì: 16:30 - 18:30
Mercoledì: 17:00 - 19:00
Sabato: 10:00 - 12:00
La Biblioteca comunale “Umberto Cattani” fu costituita nei primi anni Settanta ed era posta nel pregevole edificio municipale che ospitava al piano terreno la scuola elementare, intitolata al Sen. Luigi Albertini, e al piano superiore gli Uffici comunali.
La Biblioteca verrà intitolata a Umberto Cattani per commemorare la prematura scomparsa del giovane figlio di Leone Cattani e di Maria "Mirillo" Ruffini, sorella di Nina Ruffini, rispettivamente nipoti di Giuseppe Giacosa. Nato nel 1941, Umberto morì giovanissimo in un incidente di montagna, il 20 agosto 1969, precipitando dalla vetta dell'Herbetet, nel gruppo del Gran Paradiso.


I LIBRI PROGETTO DI NINA RUFFINI COME PRIMA "GALLERIA D'ARTE“
Alla sua organizzazione contribuì Nina Ruffini. La scelta dei libri, allora posti sugli scaffali della piccola Biblioteca, fanno intuire l’apporto di competenze di Nina, acquisite a Roma per libri, editoria e carta stampata. Passione vera, coltivata attraverso rapporti straordinari che poche donne, del tempo, ebbero il privilegio di vivere.
Negli anni ’70 vennero pubblicate pagine rivoluzionarie dell’editoria per ragazzi. Questi slanci vitali (capaci di coniugare libertà e insieme identità) entrano, grazie a Nina Ruffini, nella piccola stanza della Biblioteca "Umberto Cattani".
Si potrebbe dire che in questo luogo immagini e parole si rincorrono, creando un ritmo nuovo, parlando al bambino apprendista lettore. Identità, perché in questi anni nasce una generazione di autori, editori, librai, bibliotecari, critici e lettori, che si riconoscono in una comunità.
In questo decennio emerge un comune progetto: regalare ai bambini un libro di qualità, pensato per loro, che ne rispetti intelligenze e personalità.
Questo è ciò che farà Nina Ruffini. La Biblioteca comunale "Umberto Cattani" come la prima “galleria d’arte”: un albo illustrato per una educazione al visivo e alla vita tout court. Perché i bambini agli inizi della vita pensano per immagini, un pensiero che è proprio degli artisti, che noi adulti ritroviamo nei sogni.
Questi sono i libri “progetto” che Nina Ruffini scelse negli anni ’70 per la Biblioteca e che i bambini di Colleretto hanno avuto il privilegio di leggere.


LA BIBLIOTECA CRESCE E SI SPOSTA
Dopo l’accorpamento della Scuola elementare di Colleretto Giacosa con i Comuni della ex Pedanea (Parella, Loranzè, Quagliuzzo e Strambinello) vede la riorganizzazione dell’edificio municipale e il trasferimento degli Uffici al piano terreno.
La Biblioteca troverà una migliore collocazione all’ultimo piano del vecchio Municipio e successivamente ritornerà all’ultimo piano dell’edificio municipale con accanto la sede della Banda Musicale di Colleretto -Parella.

La riorganizzazione della Biblioteca Umberto Cattani
Tra il 2009 /10 la Biblioteca vede ulteriori trasformazioni. L’Archivio comunale e la sede della Protezione Civile Comunale vengono trasferiti nel vecchio Municipio liberando spazio a favore della biblioteca. Gli interveti riguarderanno sistemazione dei locali, dotazione libraria e sistema di catalogazione.

Vengono acquistati nuovi scaffali che permettono di allestite 4 sale: la prima destinata ai bambini, la seconda alla narrativa, la terza per saggistica/ territorio e l’ultima è la sede del Fondo Ruffini con l’archivio storico comunale.
La scelta di dedicare uno spazio ai bambini è una continuità ideale con Nina Ruffini. La sala, se pur piccola, è a misura di bambino: molta luce, tanti colori, seggioline e base scaffalature dove i bambini possono leggere ma anche giocare. La biblioteca è un servizio per altri Comuni e per le Scuole dove svolgono laboratori e attività di lettura.

Nella sede trova collocazione l’Archivio fotografico della comunità di Colleretto, disponibile su PC.

Catalogazione informatica dei libri parte del Sistema Bibliotecario di Ivrea e Canavese OPAC
La biblioteca aderisce al sistema di catalogazione informatica della Biblioteca di Ivrea, attivo dal 1978, che comprende 75 biblioteche pubbliche di diverse dimensioni, su un territorio la cui popolazione complessiva supera i 220.000 abitanti. Il Sistema mette a disposizione un patrimonio documentario, librario e multimediale, di oltre 800.000 titoli.

La Biblioteca dispone di un piacevole loggiato che nella bella stagione può essere impiegato per la lettura. La sede viene dotata di personal computer e collegamento a internet.

DAI LIBRI IN LIBERTA’ AL FONDO RUFFINI
La riorganizzazione della biblioteca favorisce la nascita del Book Crossing e il Fondo Ruffini.