vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Colleretto Giacosa appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Il forno e Il profumo del pane dell'artista Eugenio Pacchioli

Nome Descrizione
Indirizzo Via Umberto I / angolo via Ivrea - Colleretto Giacosa
Il trascorrere del tempo modifica luoghi, modi di vivere, di costruire, l’uso del colore e l’arte. Ci sono invece suggestioni capaci di restare invariate nel tempo. Ciò fa si che diventino degne di essere ricordate esaltando il loro essere.
Per questo il murale realizzato, nel settembre 2017, dall’artista eporediese Eugenio Pacchioli è una narrazione.
Trasforma il forno in un edificio che parla e che lega il forno di oggi al forno di ieri.

Dove tra il Seicento e il Settecento sorgeva un antico forno allodiale dei San Martino, titolari del vicino castello dei Signori di Pianavilla, si edificò un altro forno che operò sino a metà del 1900. Nel 2000 l’edificio fu abbattuto mantenendo le tre pareti sulle quali è stato realizzato il murale dal titolo, Il profumo del pane. Che è l’ovvio richiamo all’antica funzione del piccolo edificio.
Il profumo del pane di sicuro “era” speciale.

È bene infatti ricordare all’uomo del nostro tempo l’importanza di quel particolare “profumo” che in qualsiasi epoca ha sempre regalato forti suggestioni e intense fantasie. Quel “profumo” non solo rappresenta la dolcezza e l’unicità di un piacere del mattino (dipinto sulla parete della bocca del forno) ma è anche capace di generare ottimismo e forza per l’avventura personale nella giornata che ci sta davanti (dipinto sulla parete centrale) e può suggerire una visione creativa e forse di favola del territorio in cui si vive (dipinto sulla parete piccola).

Il profumo del pane è qualcosa di pervasivo. È segno di qualità del lavoro, del prodotto, del vissuto. Rappresenta il valore della creatività artigianale, di rapporti sociali, esistenziale di un habitat. E’ qualcosa che smuove i pensieri, li rende sensibili al nuovo e al bello, è la fatica della giornata che sembra più accettabile, è il cammino quotidiano che si fa ottimista e più praticabile.
Può essere “bello” un profumo? Forse sì, se un certo profumo ci avvicina e ci fa sentire tracce di felicità, di cui l’uomo del nostro tempo ha indubitabile bisogno, anche se preso dalle ansie del suo veloce quotidiano. Questo è lo “storytelling” del murale.

Bisogna mettere della “qualità” nel giorno che ci tocca vivere.
Persino l’allocazione centrale dell’edificio e il suo ripensamento di immagine comportano una novità nell’urbanistica e nell’immaginario collettivo. L’impatto vuole suggerire la capacità di proporre la novità e di gestire una “veduta mai vista” del proprio Paese.
L’Amministrazione Comunale ringrazia l’artista Eugenio Pacchioli per questo dono.

Il murale è stato inaugurato nell’ottobre 2017 alla presenza dell’artista, Eugenio Pacchioli, dell’assessore della Regione Piemonte, Gianna Pentenero e del mitico editore Cesare Verlucca, della casa editrice Hever.

A cura del Comune di Colleretto Giacosa - maggio 2018